Profilo bloglovin Profilo Pinterest Profilo Google + Canale twitter Profilo Facebook

Macarons inspired

Pubblicato il: 6 aprile 2011 | Commenti 2

Se la Francia non é celebre per la sua gastronomia soprattutto dalle nostre parti, é proprio da lì che arrivano i Macarons, eccellenza di pasticceria che, credo, rappresenti ciò di più buono che sia mai stato a contatto con le mie papille gustative. Le delicate meringhe ripiene d’oltralpe sono anche una gioia per gli occhi sembrando dei gioiellini, e quasi é un peccato mangiarle da quanto sono belle. E sono talmente celebri che ormai da 4 anni viene loro dedicata una giornata in tutta la Francia.

Complice della mia adorazione é l’intramontabile fascino della Ville Lumière dove ho avuto l’immenso piacere di assaggiarli per la prima volta (perché se é una gran fortuna poterli acquistare a Milano per chi é della zona, gustarli passeggiando tra le vetrine degli Champs Elysées nella romantica atmosfera parigina é tutta un’altra cosa). Sono deliziosi quelli dell’elegante pasticceria Angelina di Rue Rivoli, ma i nomi simbolo che sono attribuiti ai dolcetti come molte di voi sapranno sono Pierre HerméLadurée.

E qui apro una parentesi: se li avete assaggiati quali preferite? In questo caso sono sempre stata piuttosto snob schierandomi sul versante Ladurée con i suoi bon bons glam dai colori  delicati senza nemmeno aver assaggiato quelli del suo “antagonista”, ma penso proprio che mi rifarò. Gli estimatori dell’altra maison (eh sì, perché il livello é alto ed il termine va a pennello), descrivono le creazioni dall’aspetto più sofisticato firmate Hermé decisamente più particolari e dal sapore ricercato, che non sempre può essere apprezzato.

Laduree

Pierre-Herme-Jour-du-Macaron

Ma non sono qui per parlarvi di pasticceria perché vi assicuro non é il mio campo. Piuttosto… non avrete pensato che  le eleganti gourmandises in questione con le loro forme e colori potessero non influenzare  il mondo della moda diventando prelibatezze cult?! Da tv e cinema dove compaiono “a fianco” di fashion icons: Blair e Serena, in trasferta a Parigi per le prime puntate della 4^ serie di Gossip Girl li gustano in più scene, mentre troviamo Carrie negli ultimi episodi della serie finale (ahimé) di Sex and the City é seduta ad un tavolo di Ladurée. E ancora Sophia Coppola nel suo film glamour Marie Antoinette ci riporta fedelmente la passione della sovrana già secoli fa.

Fonte immagine: frenchtwistdc.com

Passando a qualcosa che si può toccare con mano, recentissime sono le Macaron Bag che Antonio Marras ha creato per la spring/summer collection di Kenzo. In vendita proprio da quest’ aprile con prezzi a partire da 195 € per arrivare fino a 775€ , sono piccole borse in seta che riprendono la forma dei dolci. E come loro sono proposte in tinta unita nei colori pastello, in alternativa con stampe floreali o ricamate. Sia in versione pochette sia con cordino tracolla e passamanerie pendenti (queste ultime sono davvero deliziose e dal sapore retrò).

E se non amo particolarmente i bijoux che ritraggono cibo, la mia passione per i macarons e il loro mondo mi ha fatto scoprire per caso il marchio francese, inutile dirlo, Secret Velvet: le creazioni sono in fimo e oltre a deliziosi cupcakes & donuts, sono loro i protagonisti del brand. Colori pastello in primo piano per ciondoli, anelli, spille, orecchini pendenti o a lobo. Questi ultimi sono in assoluto i miei preferiti: dalle semplici forme di un dolce nascono gioiellini più che adorabili nella loro semplicità ed eleganza, ma che nello stesso tempo possono sdrammatizzare l’outfit più ricercato con la loro dolcezza. Non vi sono punti vendita in Italia, ma per fortuna sono acquistabili sul sito web al prezzo di 18 €.

Per chi preferisce colori più decisi e vitaminici, sono perfette le creazioni spagnole di Abataba e quelle italiane di Lilli Creations.

Qualche riga fa ho definito glam i macarons Ladurée, la ragione di ciò sono gli accessori a essi legati in vendita nelle boutiques del marchio: dalle collaborazioni che hanno visto confezioni firmate Louboutin e Marni (e quella con John Galliano ritirata recentemente dal commercio dopo lo scandalo che ha visto coinvolto lo stilista), alle adorabili shopper raffiguranti alcuni simboli sia della pasticceria che parigini che sto collezionando, per arrivare alle linee beauty ed alle candele dal design sobrioe raffinato. Le idee regalo davvero non mancano!

Fonte immagini: premiereavenueaccessoires.com

Fonte immagine: shoppingblog.com

Fonte immagine: runninginheels.co.uk

Fonte immagini: leroseauxjoues.com

Il mondo che ruota attorno ai macarons é ben più vasto rispetto all’assaggio che ho dato qui… Non tarderò a parlarvi di altre chicche in merito e se a breve sarò a Parigi come spero, potrò raccontarvi qualcosa in più su Pierre Hermé!

buzzoole code